aistugia
Aistugia è presente a Giappone sui Navigli con:
Cena giapponese
venerdì 3 ottobre dalle 19.30 presso l'Osteria Lombarda
presentata e curata da Graziana Canova Tura
"Giappone: istruzioni per l'uso"
sabato 4 ottobre dalle 11.00 presso lo Spazio Foscolo
conferenza a cura di Carmen Covito
"Il culto del bagno in Giappone: la cura del corpo tra sacro e profano"
sabato 4 ottobre dalle 19.30 alle 21.00 presso "Bem Viver"
conferenza a cura di Rossella Marangoni
"Locale e globale: il mito di Hello Kitty nella cultura pop giapponese"
domenica 5 ottobre dalle 11.00 alle 13.00 presso lo Spazio Foscolo
conferenza a cura di Cristiana Ceci
Associazione Aistugia

L'associazione

L’Aistugia (Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi), fondata nel 1973 da Fosco Maraini e da alcuni dei maggiori studiosi italiani di cose giapponesi, si propone di promuovere lo studio e la conoscenza del Giappone in Italia.

Fanno parte dell'Aistugia circa trecento soci, fra cui molti personaggi noti del mondo accademico, ma anche professionisti delle più svariate specialità, nonché persone con un interesse continuativo e approfondito per qualsiasi aspetto della civiltà giapponese.

L'Aistugia favorisce l'approfondimento di studi specialistici sul Giappone facilitando incontri e dibattiti tra esperti nei vari settori in occasione del Convegno annuale o di altre manifestazioni, aperti sempre più al grande pubblico che può così trarre informazioni corrette sul Giappone. Si considera infatti funzione primaria dell'Aistugia non solo quella di aiutare lo sviluppo degli studi giapponesi in Italia ma anche la corretta, obiettiva informazione dell'opinione pubblica italiana su tutto quanto riguarda il Giappone.

Carmen Covito

Carmen Covito, scrittrice, è da molti anni appassionata di cultura giapponese.
Le sue opere narrative sono "La bruttina stagionata" (1992, Premio Bancarella 1993), "Del perché i porcospini attraversano la strada" (1995), "Benvenuti in questo ambiente" (1997) e "La rossa e il nero" (2002).

Nel 2005 ha pubblicato il manuale semiserio "L'arte di smettere di fumare (controvoglia)". Il suo interesse per la contaminazione di linguaggi, di genti e di registri stilistici diversi si manifesta anche nella creazione di un "sito romanzesco" presente in rete dal 1997 (www.carmencovito.com) e nella diffusione dell'e-book "Racconti dal Web" (2001).

Dal 2007 è vicepresidente dell'Associazione culturale "shodo.it". È membro dell’Associazione Italiana di Studi Giapponesi.

Rossella Marangoni

Rossella Marangoni, milanese, è laureata in Lingua e Letteratura giapponese. Sta specializzandosi in Religioni e filosofie del Giappone presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha scritto saggi sulla cultura giapponese e tiene corsi e seminari presso alcune istituzioni milanesi, in particolare su tematiche legate all’esperienza del sacro in Giappone e alla cultura del periodo Edo.
È membro dell’Associazione Italiana di Studi Giapponesi (Aistugia) ed è autrice di "Tōkyō. La scrittura, la città, la notte" (Unicopli, 2007) e di "Zen" (Electa Mondatori, 2008).
Ha compiuto diversi viaggi di studio in Giappone.

Cristiana Ceci

Giornalista, vive e lavora a Milano. Nipponista laureatasi all'Università Ca' Foscari di Venezia, dal 1993 al 2003 ha diretto la collana di letteratura giapponese contemporanea presso l'editore Marsilio. Consulente di varie case editrici, è traduttrice di letteratura giapponese moderna e contemporanea. Il libro da lei curato, "Sex & Sushi. Racconti erotici dal Giappone" (Mondadori, 2001), è giunto alla terza edizione, per un totale di ventimila copie. È membro dell’Associazione Italiana di Studi Giapponesi.

Graziana Canova Tura

Nata a Milano nel 1940 ha lavorato a lungo per una grande banca milanese.
Vive a Lovere, sul lago di Iseo.
Ha studiato lingua e cultura giapponese presso l’Is.M.E.O. (Istituto per il Medio ed Estremo Oriente, oggi I.S.I.A.O.) di Milano.
Ha trascorso in Giappone gli anni dal 1970 al 1975 e durante il soggiorno a Tokyo ha frequentato i corsi di lingua giapponese della Sophia University.
Per due anni ha tenuto una trasmissione radiofonica in lingua italiana alla NHK, la Radiotelevisione nazionale; ha inoltre presentato ricette (italiane) in un programma televisivo e su riviste giapponesi.
Rientrata in Italia si è laureata con lode all’Università Ca’ Foscari di Venezia in lingua e letteratura giapponese con una tesi sullo scrittore Fukunaga Takehiko.
Ha frequentato corsi di pittura a inchiostro (sumi e), di scrittura col pennello (sho), di ikebana, ha tenuto conferenze sulla cultura giapponese in vari Circoli e Associazioni e ha partecipato a una serie di trasmissioni sull’Asia presso una radio privata milanese. Ha inoltre frequentato un corso triennale di shiatsu.
È stata per oltre vent’anni membro della European Association for Japanese Studies, è socia fondatrice del Centro di Cultura Italia-Asia “Guglielmo Scalise” di Milano, e membro dell’AISTUGIA (Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi) dal 1976 - (Consigliere dal settembre 2005).
Ha scritto:
- Il Giappone in cucina (Mondadori, 1994)
- La cucina zen (Xenia, 1998)
- Giappone (Fabbri, per la collana di Cucina Etnica, 1999)
- Sushi (Fabbri, 2000).
- Il Giappone in cucina (nuova edizione riveduta e ampliata: Ponte alle Grazie, 2006)
Ha curato alcune traduzioni di opere letterarie nell’ambito della Collana di classici giapponesi di Marsilio, traduzioni alle quali è stato assegnato il premio Alcantara 2000:
Fukunaga Takehiko, La fine del mondo, 1988
Edogawa Ranpo, La belva nell’ombra, 1992
Enchi Fumiko, Maschere di donna, 1999.